“La città giardino” in scena il 3 ottobre a Civitanova Marche

 

Uno spettacolo scritto, diretto ed interpretato dai cittadini. E’ questo il Teatro della Comunità: un progetto che vede persone comuni improvvisarsi attori, registi e scenografi e porteranno in scena il loro spettacolo giovedì 3 ottobre, alle 21, al teatro Rossini di Civitanova Marche. Il titolo? “La città giardino”.

“Si rinnova uno degli appuntamenti autunnali più importanti – ha detto l’assessore alla Cultura Giulio Silenzi durante la presentazione alla stampa con il regista Marco Di Stefano, il direttore dei Teatri Alfredo Di Lupidio e la presidente del Lions Cluana Annalisa Bracaccini -, un laboratorio che ha un alto valore culturale, sociale e comunitario. Importante la collaborazione del personale del Comune e dell’Azienda dei Teatri, del circolo 4 Marine e dell’Istituto Santo Stefano, in qualità di partner sostenitore”.

Lo spettacolo del 3 ottobre, con ideazione scenica e visual di Alessandro Bianchi, è attualmente nella fase di prova, già da due settimane, con un gruppo composto da trenta persone. “Teniamo molto a questa iniziativa – ha sottolineato Giovanni Mengascini, rappresentante Anmic, Associazione nazionale mutilati e invalidi civili che cura l’organizzazione – in cui si può notare che tutti si divertono. È un’esperienza che ci arricchisce e una grande ringraziamento va al regista Di Stefano”.

Il progetto del Teatro della Comunità è nato negli anni Ottanta, è un incontro tra generazioni, tra ‘normodotati’ e diversamente abili, persone comuni che danno vita ad uno spettacolo in cui sono veri protagonisti, nei ruoli di attori, registi e scenografi. La rappresentazione da anni viene realizzata nel teatro principale della città, dopo giorni di prove nei quartieri, che diventano spazi di riunione, di riflessione, di confronto per una nuova comunità di attori, ogni volta diversa.

Lo spettacolo, ad ingresso libero, è organizzato dall’Anmic e sostenuto dall’Amministrazione comunale, dall’Azienda dei Teatri di Civitanova Marche, dall’Istituto Santo Stefano, dalla Provincia di Macerata, dalla Fondazione Carima e dai due Lions di Civitanova Marche.

Salva nei preferiti il permalink. Commenti disabilitati

Commenti disabilitati.